RIAD TAJANIA

Non lontano dalla Medina di Marrakech, con i suoi souk profumati di spezie, si annida questo riad boutique hotel, interamente ristrutturato, che tuttavia conserva le caratteristiche architettoniche tipiche del luogo.

Le camere divengono segrete, ritirandosi nei corridoi aperti sulle logge. Ognuna è diversa, avvolta in velluti dai colori accesi, coi propri bagni dai rivestimenti murali essenziali e materici, le docce e i piani lavabo in tadelakt.

La zona giorno, si affaccia sul dehor con la vasca al centro del cortile, come anticamente si mostrava l’architettura originale. I rampicanti e i banani ricreano un ambiente dall’aspetto lussureggiante, intervallato da una costellazione di sedute nei colori dell’acqua.

Si sono mantenuti i materiali originali della zona, dalle pietre dei monti circostanti, alle manifatture artigianali di terra che muovono i muri, quasi come onde di sabbia sahariane. Sul tetto piatto della costruzione, con una vista mozzafiato sulle catene dell’Atlas e la città vecchia, si è ricavata un zona solarium, con  piscina, lettini e sedute nei tessuti color sabbia, a terra delle marmette di cemento, di produzione locale, disegnate appositamente.

I camini a tutta altezza, presenza costante, in ogni camera, living, pranzo o biblioteca, sono realizzati muovendo i muri irregolarmente, quasi a suggerire principi stilistici di natura berbera.

Ogni singolo materiale o dettaglio è stato pensato per entrare in connessione profonda col luogo e la natura, codice necessario per un tributo contemporaneo ad un’architettura di lusso magrebino.